Loading...
 

Aggiornamento della socializzazione

DELEGATO UN SWISSINDO E 3 ASSISTENTI IN ECUADOR ASSOLTI DA ACCUSE DI FRODE: CONVALIDA IL BUONO M1 REDDITO DI BASE MENSILE MONDIALE A VITA!

ECUADOR – Venerdì 6 aprile si è svolto un processo a Caluma, provincia di Los Rios, al quale hanno partecipato il delegato UN Swissindo (UNS) Nelson Gustavo Bejarano Rocha e tre volontari statunitensi del COPLAC GpDR (Jonathan Joel Abril Lopez, Julio Lino Tomala Contreras, Raul Ezequias Llanos Nunez), rappresentati dall'avvocato Pablo Arellano Martinez, sono stati assolti; erano stati accusati di frode per presunti "distribuzione illegale" di buoni M1 (M1V) al popolo dell'Ecuador, accusa che è stata respinta sulla base di prove significative a sostegno del M1V, che garantisce un reddito di base permanente, come parte della missione globale della missione dei pagamenti 1-11 (P1-11), per la liberazione del mondo dal sistema della schiavitù del debito. Nelson e i suoi tre volontari sono stati dichiarati innocenti e il caso è stato archiviato dal giudice Diego Mauricio Jarrin Velasco.

Nell'ottobre 2017, il delegato Nelson di COPLAC GpDR, una ONG (organizzazione non governativa) per lo sviluppo della società civile in Ecuador, si è unito a UNS per diventare suo delegato in Ecuador, con un esplicito interesse per la socializzazione e la distribuzione del M1V e l'implementazione di questo nuovo modello in collaborazione con associazioni, consigli locali, fondazioni .... per fungere da sponsor del M1V e ospitare eventi, emettere copie stampate del regalo globale M1V per i suoi membri e sostenere personalmente i costi degli eventi e gestirli internamente.

Un allarme rosso nazionale ha raggiunto la polizia quando un gruppo di persone ha avviato fraudolentemente un addebito da $1 a $200 per il BUONO M1 GRATUITO. Il 15 febbraio 2018, il delegato Nelson fu arrestato nella città di Caluma, nella provincia di Los Rios, a due ore dalla sua città natale di Guayaquil, mentre presso le strutture della Drivers Union distribuiva M1 VOUCHER ai suoi membri. Nessuno dei suoi documenti ufficiali di UNS ID è stato preso in considerazione, poiché l'accusa era basata su tre false testimonianze ed era giustificata da un mostruoso atto criminale di cui il delegato Nelson era accusato, ovvero di frode da sua parte; non è stata concessa una cauzione, con una pena detentiva da 7 a 10 anni. Il delegato Nelson è stato trasferito al centro di detenzione di Guaranda, provincia di Bolivar (tre ore da Caluma) per i 30 giorni della durata dell'indagine. È stato detenuto per un totale di 50 giorni, durante i quali sono stati intervistati 100 avvocati, e tutti quanti sono giunti alla conclusione che non esistevano basi per accuse così estreme. Nel frattempo, si è intensificato l'interesse per UNS P1-11 e per i programmi M1 VOUCHER. Il delegato Nelson ha subito un intervento chirurgico d'emergenza alla cistifellea, innescato dal suo arresto.

Ad oggi, il Delegato Nelson e migliaia di volontari continuano la lotta per liberare l'Ecuador e il mondo attraverso la distribuzione dei Buoni M1 VOUCHER e DBLC e la comunicazione con il governo dell'Ecuador, compreso il Presidente, per sostenere l'Indonesia nel progetto World Lighthouse. Libertà per l'Indonesia significa libertà per il mondo.

Translate Updates

Translate Updates